Benvenuti nel sito Rugby Piave

Un invito a conoscere Giorgio Sbrocco e il suo Il diario ovale di Sergio P.

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Non conoscete il Diario ovale di Sergio P. ? Bene, è arrivata l'occasione per colmare questa lacuna e a ciò ci pensa il suo creatore, quel Giorgio Sbrocco, profondo conoscitore del mondo della palla ovale che verrà da noi, a Pieve di Soligo, giovedì 10 dicembre, dalle ore 18.00 alle ore 19.00 presso la Club House di Pieve di Soligo dove il Rugby Piave invita per l'occasione tutti i suoi iscritti, tutti gli appassionati ed amatori della palla ovale per questa importante occasione. Per i pochi che ancora non conoscono il nome di Giorgio Sbrocco, è essenziale tratteggiarne la figura. Docente di Teoria, Tecnica e Didattica

del gioco del rugby nel corso di laurea in Scienze motorie all'Università di Padova e Ferrara nonché giornalista per varie testate e responsabile del settore didattico del Comitato Regionale Veneto della F.I.R. . Insomma una vita dedicata al rugby, al suo mondo, alla sua divulgazione e alle sue complesse tematiche. Giorgio nutre granitiche convinzioni sulla necessità che questa disciplina trovi nella sua base, nella remota provincia, la possibilità di migliorare il suo presente e coltivare la prospettiva di un migliore futuro. Tutto ciò deriva dalle sue comprovate competenze, dalla pratica quotidiana sui campi di questa o quella società, sul misurarsi quotidianamente con chi, soprattutto dal minirugby o in ogni caso dal rugby giovanile, tenta di far crescere questa meravigliosa disciplina. Tutto ciò grazie alla sua inesauribile disponibilità, al suo ''modus vivendi'' diventato proverbiale soprattutto, ma non solo, nella nostro Veneto che da sempre veste orgogliosamente i panni di ''Galles d'Italia''. Basta scambiare due parole con lui per capire

senza alcun dubbio, quanto intriso sia di sana passione, di forza coinvolgente e capacità di trasmettere              il  ''virus'' ovale a chi lo avvicina. Venendo alla sua ultima fatica letteraria, è bene non farsi ingannare dal titolo. Il " Diario ovale di Sergio P." nulla ha a che vedere con le vicende del Sergio nazionale e

cioè Parisse, anzi il libro di Giorgio Sbrocco non racconta quella che lui chiama la ''fuffa mediatica'' del rugby, non riporta le cronache legate ai 70mila dell'Olimpico, né di quello che si ammanta di valori e ideali per vendersi al meglio in Tv e sulla stampa. Niente di tutto questo. Sergio P. è Sergio Penuria, poliziotto e rugbista, che capitolo dopo capitolo ci accompagna nel suo personalissimo rapporto con la palla ovale. Un rapporto carnale, umano, tipico di chi ha vissuto una vita tra i campi fangosi e spelacchiati delle serie minori, fondamentalmente della Serie C. Un rugby che non è la panacea per tutti i mali, che non è uno ''sport superiore'' di cui diventare petulanti piazzisti, come scrive Sergio P., pardon Giorgio Sbrocco. "Diario ovale di Sergio P." è un romanzo che parla di rugby, ma va oltre al rugby, che parla di tecnica, ma non è un manuale ovale. "Diario ovale di Sergio P." è - semplicemente - la storia di un uomo innamorato del suo sport e che ne racconta i lati positivi e anche quelli meno felici. Nella postfazione al libro, scrive Marco Pastonesi, altro grande cantore del rugby: "Quello spirito, quell'aria, e anche quell'alito, che tiene gonfio un pallone spudoratamente ovale". Insomma, "Diario ovale di Sergio P." è una lettura divertente, quanto mai adatta al momento

attuale. Caldeggiamo la presenta di tutti quelli che a vario titolo hanno a cuore il rugby, il suo mondo e i suoi personaggi, per conoscerne uno come Giorgio Sbrocco e con lui interloquire sul rugby attuale e su quello narrato nel ''Diario ovale di Sergio P."

Il "Diario ovale di Sergio P.", "Jonny placca" e "Vincenti" sono editi da Piazza Editore e saranno acquistabili durante la serata.

Lorem ipsum dolor